Benvenuto su Forum del Piano Strategico Metropolitano - Città metropolitana di Venezia

 

ACCESSO NON EFFETTUATO

 

 

Il Consiglio della Città metropolitana di Venezia ha definitivamente approvato nella seduta del 21 dicembre 2018 il primo Piano Strategico Metropolitano (Psm) per il triennio 2019-2021 come principale strumento di pianificazione generale dello sviluppo socio-economico del proprio territorio, riconosciuto, esclusivamente agli enti metropolitani, dalla legge di riforma n. 56/2014, c.d. “legge Delrio”.

Il Piano è stato redatto dagli uffici e servizi metropolitani, sulla base degli indirizzi dettati dal Sindaco Luigi Brugnaro e dai consiglieri metropolitani, a seguito di un attento percorso di ascolto del territorio e delle principali rappresentanze istituzionali, che si è articolato in più riunioni, incontri e confronti, a partire dal 2016, subito dopo l’insediamento della prima amministrazione metropolitana e l’approvazione dello Statuto dell’Ente.

Il Psm vuole essere un patto tra amministratori pubblici, organizzazioni private, realtà del sociale e del volontariato, associazioni sportive e culturali, soggetti economici, corpi intermedi che hanno scelto di condividere delle responsabilità comuni per realizzare un percorso secondo, ciascuno, le proprie esigenze di sviluppo.

 

Iter di approvazione

Il Consiglio della Città metropolitana di Venezia ha adottato il Piano strategico metropolitano con deliberazione n. 20 del 23 luglio 2018.

 

Come previsto all'art. 7 dello Statuto, prima della definitiva approvazione da parte del Consiglio metropolitano, il Psm è stato sottoposto alle osservazioni dei rappresentanti della società civile, delle categorie, degli ordini professionali e dei sindacati riuniti nel Forum permanente. La consultazione si è conclusa il 28 settembre 2018.

 

Delle osservazioni pervenute, la Conferenza dei sindaci metropolitani ha tenuto conto prima di esprimere il parere sul testo adottato.

 

Il parere favorevole da parte della Conferenza metropolitana è stato acquisito con deliberazione n. 2 del 21/12/2018.

 

Il documento è stato infine definitivamente approvato dal Consiglio metropolitano con deliberazione n. 31 del 21/12/2018.